Subaru Impreza STi: drift

La Subaru è una nota casa automobilistica giapponese che, seppur nata nel 1953, è diventata famosa in tutto il mondo a partire dagli anni '90, anni in cui ha dato vita a due dei suoi modelli più riusciti: la Legacy, la Forester ma soprattutto la Impreza, protagonista indiscussa dei campionati mondiali di rally dal 1993 in poi.

La prima generazione della Impreza, prodotta dal 1992 fino al 2001, ottenne uno straordinario successo di vendite anche grazie ai successi che la versione WRC ottenne nel campionato mondiale di rally (vincendo diversi titoli costruttori e il titolo piloti del 1995 con il leggendario pilota Colin McRae).

La seconda generazione, realizzata a partire dal 2001, seppur rimodernata nella meccanica e ulteriormente potenziata dal punto di vista motoristico, non ottenne i favori della critica soprattutto a causa di alcuni elementi estetici che lasciarono molto perplessi i puristi e gli appassionati. Ciò che fece discutere maggiormente fu l'adozione del gruppo ottico anteriore di forma sferica, diametralmente opposto alla forma rettangolare adottata sulla prima generazione e che garantiva un aspetto molto aggressivo al frontale dell'auto, giudicato ora troppo morbido e soft.

Nonostante questo, sotto il cofano del modello WRX STi ruggiva un 2.0 boxer da 4 cilindri in grado di sviluppare una potenza di 265 cavalli, raggiungere una velocità massima di 238 km/h e accelerare da 0 a 100 km/h in soli 5,5 secondi. Nel 2005 venne introdotto il nuovo motore 2.5, la cui potenza saliva a 280 cavalli e che migliorava notevolmente le prestazioni: l'Impreza WRX STi raggiungeva, partendo da ferma, i 100 km/h in 5,4 secondi mentre la velocità massima era ora di 255 km/h.

L'Impreza ripresa nel video è la prima versione della seconda generazione, con ancora i fanali arrotondati che sono stati modificati nei successivi restyling, ma il proprietario ha apportato diverse migliorie a ciò che si nasconde sotto il cofano motore, portando la potenza di questa splendida vettura a sfiorare i 600 cavalli, indomabili, o quasi, su un asfalto umido come quello su cui ha deciso di esibirsi in questo filmato.
Autore marcolestu
Vota questo articolo
Watch
Condividi

Lascia il tuo commento!