Ford Sierra RS Cosworth: Il Pinnone Cosworth

Benvenuti in una nuova puntata di: automobili che la vostra fidanzata odierebbe; oggi parliamo della Sierra RS Cosworth.

Andiamo subito con un po' di numeri: 204 cavalli e oltre 240 km/h; anno 1986, prima auto di grande produzione a superare i 100 cv/l; sistema frenante con dischi da 285 mm e 4 pistoncini all'anteriore, ABS di serie, differenziale autobloccante di serie (equipaggiamento che negli anni '80 potevano vantare solo poche supersportive).

Ford si era messa in testa di vincere nella categoria turismo e nel WRC, per fare questo però aveva bisogno di un'alleato e scelse l'inglese Cosworth (produttore del più longevo motore di Formula 1 della storia).

Cosworth impose due clausole: una potenza minima di 206 cavalli e uno stock di 15.000 motori (tutti 2000 turbo). Ford accettò e più avanti utilizzò i motori in eccesso per la seconda generazione di Sierra. Gli obiettivi prefissati vennero largamente raggiunti, la Sierra RS Cosworth seminò il panico su asfalto e su terra, ma fù soprattutto la versione stradale ad impressionare sia per l'avanguardia sia per la velocità.

Combattuta all'epoca soltanto dalla nostra Delta, che però poteva contare su una trazione più solida. Quest'auto trasuda violenza da tutti gli angoli, ma nasconde un'anima sofisticata.

La Sierra Cosworth è basata su una Ford, una macchina americana ed è bilanciatissima, sfruttabilissima, una macchina veramente neutrale.

Quando si sente parlare di Ford, di solito viene in mente uno sterzo "pastoso", un cambio incerto; vengono in mente un sacco di cose che, per un'appassionato di motorsport, non sono proprio esaltanti. Ci sono molte eccezioni sia chiaro. Se però si parla di Cosworth è esattamente tutto il contrario.

Ti riesce a correggere l'ingresso in curva anche all'ultimo momento, a giocare sulla trazione. Si guida sulle punte, però si guida anche con il fondoschiena, il che è una cosa spettacolare perchè di solito ci sono: macchine che si guidano con il fondoschina e macchine che si guidano sulla punta dei piedi. Ci sono macchine che ti costringono a tenere il volante strettissimo anche se non servirebbe, mentre questa è tutte queste cose messe insieme.

In poche parole quest'auto è: un tirapugni in ferro, avvolto in un guanto di seta. Definizione di icona meritatisima.

Il cambio era condiviso con la Mustang; un cambio spettacolare, duro, precisissimo, ha degli innesti molto precisi.

Di sicuro anche la Ford ebbe un grande merito in questo progetto, in particolare della persona Walter Rais, che per intenderci era uno dei responsabili dello sviluppo della piccola sportiva americana chiamata GT40, che tra le altre cose l'inseri in una garetta chiamata LeMans nel '96, contro il nostro Ferrari.

Insomma, era chiaro che con quel curricolum, la RS Cosworth sarebbe venuta su abbastanza cattiva.... molto cattiva.

Ci sono macchine che dichiarano immediatamente le loro intenzioni e una di queste è di certo la Sierra Cosworth. Se la vedete da fuori, con le prese d'aria, l'alettone, l'assetto ribbassato, i codolini, te lo dice proprio.

L'alettone, oltre ad essere minaccioso, era anche efficacie. Studiato nella galleria del vento e al Nardò, era capace di spingere circa 100 kg alla velocità massima sul posteriore.

Pochissimo sottosterzo, sovrasterzo super controllabile. Questa è una di quelle sportive che prendete la domenica mattina e la domenica sera, al tramonto, ancora non ne avete abbastanza.

Non tutte le auto lasciano un bel retrogusto dopo un'intera giornata di guida, ma Sierra RS Cosworth è stata il giusto equilibrio tra la sofferenza e il piacere, quel piacere di guida che non ha mancanze. Telaio, assetto, erogazione, cambio, freni, tutto in perfetta armonia. E se non siete in vena di armonia, potete farvi casa-lavoro tutto di traverso.

Autore Alexander1997
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube mk1kieran. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!