C'era una volta L'Alfa Romeo Modello TZ

Come nelle favole potremmo iniziare con "C'era una volta". Alfa Romeo assieme a Lancia è stata nel passato il sogno sportivo degli italiani e non solo.

Mentre la FIAT coronava il sogno di un'auto per tutti i due marchi rivali rimanevano il desiderio della gioventù italiana.

C'erano anche altri marchi prestigiosi come per esempio la MGTriumph che si portavano appresso lo spirito libero dell'Inghilterra dei Beatles, ma gli italiani di una volta erano molto legati ai marchi nazionali.

Adesso parliamo di questo stupefacente e non molto conosciuto modello sportivo dell'Alfa Romeo. Per chi conosce Zagato non può non vedere la sua mano, è sua la struttura tubolare della vettura che si propone in tre versioni e cioè La TZ diventata TZ1, successicamente la TZ2 e per quindi concludere con la prestigiosa ed esclusiva TZ3 corse o da strada.

Torniamo alla TZ1.

Il motore era stato progettato seguendo lo schema bialbero di 1570 cm³ proprio della Giulia TI a doppio albero a camme. I carburatori non potevano che essere i classici orizzontali doppio corpo Weber (roba da Pompa di Benzina al seguito) da 45 DCOE capaci di sviluppare 82 kW a 6500 giri/minuto nella versione strada e 118 kW nelle versioni sportive.

Sono potenze che oggi non dicono nulla a parte il consumo di carburante, ma bisogna pensare che Gianni Morandi celebrava i 100 Km/h in una canzone.

Questo limite era come un traguardo difficilmente raggiungibile per una generazione che viaggiava con la FIAT 600 o la nazional-popolare FIAT 500.

Ovviamente c'erano le auto che raggiungevano e superavano questi limiti ma era il sogno dell'auto sportiva che regnava tra i giovani con l'avvento delle spider.

Abbiamo detto di Zagato e per lui un'auto non poteva non superare i 200 Km/h. Una caratteristica dell'auto era la coda tronca che risultava importante per l'aerodinamicità.

Non mancarono i successi sportivi dopo un inizio non felice nel 1963, ma la riscossa avvenne nel mese di novembre a Monza dove conquistò i primi quattro posti nella gara organizzata dalla FISA.

Seguirono nel Mondo altri successi.

Autore 6tony98
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube Babylon Car Video. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!