BMW X1 sDrive20i - Prova sullo 0-100 km/h!

Nel lontano 2009 è stato uno dei SUV più compatti premium a farsi desiderare. Ma oggi il mercato è tutto diverso, quindi è stato necessario rivoluzionarsi.

Mi riferisco alla "nuova" BMW X1, che abbandona la trazione posteriore ed abbraccia la nuova piattaforma ULK (quella della Serie 2 Active Tourer), diventando così più spaziosa, versatile e con la trazione anteriore che ti tira.

Le proporzioni sono totalmente nuove e il look ora, più vicino a quello della sorella maggiore X3, che non alla serie 1; anche si di poco più corta della precedente, La nuova X1 è di qualche millimetro più larga, più spigolosa e massiccia, con l'abitacolo spostato in avanti e il cofano motore accorciato (grazie alla diversa architettura meccanica).

Cresce anche l'altezza da terra che ora arriva a 18.3 cm (un centimetro più bassa con l'M sport).

Ovunque ci sono luci a led, led diurni anabbaglianti avanti, e di ampie dimensioni dietro.

Il motore trasversale e la trazione anteriore, hanno reso possibile la riprogettazione totale dell'abitacolo, che ora è più abitabile.

Ottimo lo spazio di carico soprattutto con i sedili abbattuti, per non contare l'agevole entrata sulla seduta posteriore essendo stata rialzata di ben 4 centimetri e il tetto alzato di circa 5 centimetri.

Come di consueto, in BMW è elevatissima l'attenzione al dettaglio; in un abitacolo con una plancia che sembra essere protesa in avanti, come se volesse rubare ancora qualche centimetro al vano motore.

L'accoppiamento dei materiali è ottimo e al tatto le plastiche sono morbide, piacevoli sia davanti che dietro.

Come sulla serie 1 anche qui abbiamo un climatizzatore molto efficiente, parasoli con luce intelligente.

L'allestimento sport line offre già parecchio di serie, come i fari a led, il cruis control, ma tantissimo rimane a pagamento come ilk cambio automatico, il controllo dinamico delle sospensioni e il tetto panoramico apribile.

Per ovviare a mettere manualmente e più costosamente gli optionals, conviene vivamente scegliere i pacchetti, come il buisness che include il driving assistens.

Non è un caso che questa sia la dimensione più ricercata tra i SUV premium e, anche se alcuni clienti potrebbero spendere di più ed avere auto più grandi, preferiscono rimanere comunque su auto di dimensioni come questa fornendo una visibilità ottima con una seduta rialzata.

In pratica anche con una BMW che ha perso le sue "gambe posteriori", il piacere di guida rimane, ma l'ago della bilancia ora si sposta più verso il comfort visto che la sportività c'è ma è legata all'elettronica rispetto alle "purosangue" BMW.

Autore Alexander1997
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube PDriveTV. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!