BMW M3 E46: Burnouts e doughnuts

Il proprietario di questa BMW M3 E46 in versione "total black", a partire dal colore della carrozzeria fino ai cerchi da 19 pollici, non deve amare in maniera particolare i propri pneumatici o, al contrario, è decisamente affezionato al suo gommista di fiducia.

Infatti in una tranquilla zona industriale degli Stati Uniti si esibisce prima in un lungo burnout che, grazie all'abile gioco di caviglie tra freno e acceleratore, lascia una doppia striscia nera e poi, dosando il gas in sovrasterzo, compie ben 5 perfetti doughnuts, spettacolari manovre in cui le gomme posteriori tracciano cerchi concentrici sull'asfalto. Infine un nuovo burnouts al ritorno, nel quale però si sentono chiaramente stridere i freni, segno che evidentemente oltre agli pneumatici dovrà sostituire anche le pastiglie eccessivamente consumate. Sperando che se ne intenda di meccanica e riesca a sostituire le componenti da solo, altrimenti il conto potrebbe diventare parecchio salato.

La BMW M3 E46 è un'auto sportiva che ha avuto molto successo negli Stati Uniti, soprattutto tra gli appassionati di tuning: il suo costo di listino (che non può certo definirsi economico) non era comunque elevatissimo e soprattutto il rapporto costo/potenza l'ha resa un'auto molto appetibile a quelli che, pur non avendo centinaia di migliaia di dollari da spendere, voleva sedersi nell'abitacolo di una vettura dalle elevate performance, spesso paragonabili a quelle di macchine di marchi molto più prestigiosi, come per esempio Ferrari e Maserati.

Autore marcolestu
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!